shopping-bag 0
Articoli: 0
Totale 0,00
Carrello Cassa

Profilo Club

Inter

Antonio Conte

Stadio :Giuseppe Meazza
Date Of Birth :1926
Capienza :80 018
Tifosi :Tifosi
  • Erick ThohirPRESIDENTE
  • Antonio ConteALLENATORE
  • 32ROSA
  • 27,5ETA' MEDIA
  • 591,60 mln €VALORE ROSA
  • 69Punti STAGIONE PRECEDENTE
  • 57GOAL TOTALI
  • 1,5MEDIA GOAL A PARTITA
  • 27GOAL CASA
  • 30GOAL TRASFERTA
  • 13GIOCATORI IN GOAL
  • 33RETI SUBITE
  • 0,9MEDIA RETI SUBITE A PARTITA
  • 105PARATE
  • 211TIRI IN PORTA
  • 217TIRI FUORI
  • 6ESPULSIONI
  • 74AMMONIZIONI
  • 470FALLI FATTI
  • 503FALLI SUBITI
  • 295CORNER A FAVORE
  • 1180PALLE PERSE
  • 980PALLE RECUPERATE
  • 372CROSS RIUSCITI
  • 526CROSS SBAGLIATI
  • 4LEGNI SUBITI
  • 12LEGNI COLPITI
  • 18Goals
  • 7COPPA ITALIA
  • 5SUPERCOPPA ITALIANA
  • 1CHAMPIONS LEAGUE
  • 2COPPA CAMPIONI
  • CAMPIONATO B
  • 3COPPA DEL MONDO CLUB
  • COPPA DELLE COPPE
  • 3COPPA UEFA
  • 12CAPOCCANNONIERE
  • 86PRESENZE IN SERIE A
  • RECORD PUNTI IN A
  • 5SCUDETTI CONSECUTIVI

La storia del F.C. Internazionale

Il Football Club Internazionale nacque la sera del 9 marzo 1908 al ristorante “L’Orologio” di Milano per iniziativa di un gruppo di soci dissidenti del Milan Football and Cricket Club, contrari al divieto imposto dal club rossonero di arruolare calciatori di nazionalità straniera. Giorgio Muggiani, uno dei 44 fondatori del nuovo club, scelse i colori che ne avrebbero caratterizzato il logo societario: il nero e l’azzurro, a rappresentare anche simbolicamente la rottura rispetto al passato. Giovanni Paramithiotti, un altro dei soci fondatori, fu scelto come presidente, lo svizzero Hernst Marktl passò invece alla storia come il primo capitano dei nerazzurri. Già due anni dopo la fondazione, nella stagione 1909-10, arrivò il primo titolo nazionale, conquistato sotto la guida di Virgilio Fossati — nella doppia veste di giocatore e allenatore — e la presidenza di Carlo De Medici. A questo successo seguirono risultati deludenti, fino allo scoppio della prima guerra mondiale che costrinse il campionato italiano a fermarsi.

Alla ripresa del torneo dopo la fine del conflitto bellico, nella stagione 1919-20, la squadra allenata da Francesco Mauro e Nino Resegotti centrò il suo secondo titolo nazionale. Nel 1928, per venire incontro alle direttive del regime fascista, la società nerazzurra fu costretta a fondersi con l’Unione Sportiva Milanese e cambiare denominazione in Società Sportiva Ambrosiana per ragioni politiche. Due anni dopo, nella stagione 1929-30, l’Ambrosiana vinse il primo campionato italiano disputato a girone unico, conquistato sotto la guida dell’ungherese Árpád Weisz, che a 34 anni divenne il tecnico più giovane a laurearsi campione. Intanto nel 1931, su iniziativa del presidente Ferdinando Pozzani, il club cambiò nuovamente denominazione e divenne noto come Ambrosiana-Inter. Il quarto tricolore venne conquistato nella stagione 1937-38 con Armando Castellazzi in panchina, mentre la successiva gestione dell’austriaco Tony Cargnelli portò in bacheca la prima Coppa Italia della storia interista, nell’annata 1938-39, e il quinto scudetto in quella 1939-40. Nel 1942, mentre la seconda guerra mondiale era ancora in corso, fu nominato presidente Carlo Masseroni, il quale nel 1945 annunciò il ritorno all’antica denominazione di Internazionale.

Continua a leggere —>

Contenuto di proprietà di Wikipedia.org